Argento mondiale T293 per Enrica Schirru

Un anno di più, un gradino più sù nel Techno 293. Dal Mondiale 2015 di Cagliari all'edizione 2016 a Torbole, nell'Under 17 femminile l'argento è diventato oro per Giorgia Speciale e il bronzo è diventato argento per Enrica Schirru. Fuori gara l'israeliana Katy Spychakov, passata di categoria, sono salite sul podio nello stesso ordine le numero 2-3-4 applaudite in Sardegna.

Una grande conferma a livello internazionale per l'atleta del Windsurfing Club Cagliari. Enrica si è presentata al Mondiale dopo un decimo posto agli Europei Techno in Polonia, ma sul Garda ha trovato un vento molto più fresco e un passo completamente diverso. Unico problema: con vento, Aikaterini Divari va più di tutte. Beffata sul traguardo un anno fa da Enrica al Poetto per la medaglia di bronzo, l'atleta greca ci ha provato fino in fondo, e stavolta senza fare calcoli: prima e prima nelle prove della giornata conclusiva. Però non è bastato: la campionessa cagliaritana ha limitato i danni nell'ultima prova e il sesto posto le ha permesso di conservare tre punti di vantaggio che le hanno messo al collo l'argento.

Sul traguardo dell'ultima prova, grandi festeggiamenti in acqua per Enrica e Giorgia (decima, con il tricolore fissato sulla vela a fare da freno) e l'abbraccio degli allenatori. Con questo successo, Giorgia Speciale diventa l'unica atleta nel windsurf capace di vantare cinque medaglie conquistate in altrettanti campionati mondiali: tra Under 15 e Under 17, tre ori e due argenti.

La squadra del Windsurfing Club Cagliari guidata a Torbole dal tecnico Andrea Melis comprendeva anche Erika Nieddu (35ª nella Gold fleet per l'Under 17) e Virginia Ganna (38ª). Nell'Under 15, 42º posto finale per Sofia Ciaravolo.

Fra i maschi, il miglior risultato è il 38º posto del debuttante Alessandro Melis nell'Under 15. Riccardo Onali si è piazzato 51º nel gruppo gold Under 17, mentre nella flotta silver Alessandro Verona è arrivato 13º e Stefano Sebis 52º.

Classifiche complete, video e gallerie fotografiche sul sito dei Mondiali, worlds2016.techno293.org.