Primi in Sardegna per numero di tesserati

Quantità e qualità. Nell'anno in cui è balzato al primo posto in Sardegna per numero di atleti tesserati, il Windsurfing Club Cagliari ha portato a casa una lunga serie di risultati di prestigio. L'assemblea annuale della III Zona FIV, ospitata dalla Lega Navale a Carloforte, è stata l'occasione per tirare le somme e distribuire meritati riconoscimenti.

Gli atleti del Windsurfing Club Cagliari schierati nella Classe Techno 293 sono stati premiati per i prestigiosi piazzamenti ottenuti in eventi nazionali e internazionali. Ecco l'elenco: Mattia Onali (Under 15), primo ai Mondiali a San Francisco, medaglia di bronzo agli Europei a Cagliari e 3º classificato nel campionato nazionale; Marta Maggetti (Under 17), prima agli European Youth Sailing Games, seconda agli Europei di Cagliari, prima nel campionato nazionale, e infine campionessa italiana Under 16; Michele Cittadini, 2º nel Campionato nazionale Under 17 (1º della classifica maschile) e 2º anche nel Campionato nazionale Under 16; Elena Vacca, 3ª nel Campionato nazionale Under 17; Andrea Schirru, 3º nel Campionato nazionale Under 16.

Maggetti, Cittadini e Vacca hanno conquistato anche un ottimo 2º posto agli Europei a squadre, a Palermo. Premiato anche il 2º posto di Antonello Ciabatti e Luisa Mereu nel Campionato nazionale Hobie Cat 16.

La stagione 2011 ha visto anche quattro titoli zonali, conquistati da Antonello Ciabatti e Luisa Mereu (HC16), Francesco Casti (RS:X), Marta Maggetti (Techno Under 17) e Carlo Ciabatti (Techno Under 15).

I dati sul tesseramento dicono che il Windsurfing Club Cagliari è diventato il primo circolo della III Zona: con 445 atleti ha scavalcato lo Yacht Club Cagliari (408); al terzo posto la Lega Navale Cagliari (393). Il totale per i 42 circoli isolani ha sfiorato nel 2011 le cinquemila tessere (4.950, pari al 4,4% del totale nazionale).

Il presidente Pietro Sanna nel suo intervento davanti all'assemblea ha sottolineato la crescita del tesseramento per le categorie giovanili, a conferma dell'impegno della Zona, del Settore giovanile, delle società e degli istruttori per lo sviluppo della vela in Sardegna. Fondamentali in questo senso anche il progetto “Vela Scuola” e le altre iniziative avviate in base agli accordi di programma tra la Federazione e il Ministero dell'Istruzione: il Comitato di Zona ha deciso di individuare un responsabile per questo settore, che possa sostenere i Circoli nell'attività promozionale in collaborazione con le scuole.

Sanna ha ricordato anche i numerosi Raduni Under 16, nei quali «si è svolto un importante ed entusiasmante lavoro, in un clima non competititvo ma senz'altro divertente e giocoso. Oltre a far sperimentare nuove tecniche di preparazione, i Raduni hanno rappresentato per gli istruttori un momento importante di scambio di informazioni, di metodologie e di tecniche. E sono serviti a creare fra i ragazzi una maggiore unione, a prescindere dai diversi Circoli di appartenenza, rafforzando lo spirito di collaborazione e di solidarietà».

Dopo aver confermato l'impegno su alcuni dei problemi più urgenti per i Circoli (come il costo delle trasferte, il rinnovo delle concessioni demaniali marittime e il pagamento per le concessioni demaniali temporanee richiesto per la disputa delle regate), il presidente della III Zona ha anticipato gli appuntamenti principali del calendario agonistico 2012 in Sardegna. Al primo posto sicuramente i quattro eventi che Cagliari ospiterà dal 1º al 9 settembre: Campionato italiano Under 16, Coppa Primavela, Coppa Cadetti e Coppa del Presidente.

I numeri dell'edizione 2011 a Venezia (cinque campi di regata per 1.030 atleti in 7 classi, 780 imbarcazioni, 180 furgoni con carrello) fanno capire che la sezione cagliaritana della Lega Navale Italiana - Circolo ospitante - accoglierà con entusiasmo la disponibilità a collaborare già manifestata da altre società isolane.

«Sarà un importante e forse irripetibile banco di prova non solo per gli organizzatori ma per tutta la Zona», ha detto il presidente Sanna. «Tutti gli occhi saranno puntati su di noi, non solo quelli della Federazione ma di tutta la Vela italiana: ci si aspetta un'edizione memorabile di questa manifestazione, che seguirà di poche settimane le Olimpiadi di Londra».

Porta il puntatore sulla foto per fermare lo scorrimento, allontanalo per farlo ripartire.
Con un click sulla foto passi subito all'immagine successiva.
Ringraziamo per le immagini la Lega Navale Sulcis