Porta il puntatore sulla foto per fermare lo scorrimento, allontanalo per farlo ripartire.
Con un click sulla foto passi subito all'immagine successiva.

foto © Rory Ramsden - RSX Class

Due medaglie per l'Italia agli Europei RS:X Youth

Medaglia d'oro per Veronica Fanciulli, medaglia di bronzo per Mattia Camboni, che è anche il primo degli Under 17. La pattuglia italiana festeggia in Estonia, al termine di una faticosa settimana e di 13 prove del Campionato europeo Youth della classe RS:X. Oltre ai successi dei due portacolori della LNI Civitavecchia, da segnalare anche il 7º posto del loro compagno di club Daniele Benedetti. La spedizione era completata da Manolo Pochiero (21°), Luca Matracia (32°) e Andrea Puzzoni (39°) fra i maschi e Silvia Colombo tra le ragazze (17ª).

Anche per la prova finale è stato necessario attendere la termica, che fra l'altro ha soffiato con intensità molto diversa alle due estremità del percorso. La Medal Race per i maschi non ha avuto storia: il campione del mondo Pawel Tarnowski si è liberato al via della marcatura di Kieran Martin ed è andato a vincere in scioltezza, seguito da Mattia Camboni, che ha difeso il bronzo nel modo migliore, senza bisogno di fare calcoli.

In campo femminile, Veronica Fanciulli si è dovuta preoccupare solo di non far scappare l'israeliana Neomi Cohen, l'unica che potesse ancora portarle via l'oro. Le due posizioni di distacco all'arrivo hanno limato un po' il vantaggio dell'azzurra, ma senza farle rischiare nulla. Molto più incerta (sulla carta) la lotta per il bronzo, visto che Saskia Sills è scesa in acqua con un solo punto di vantaggio sulla polacca Basia Dmuchowska. Ma la britannica è riuscita ad arrivare davanti alla rivale, solo 9ª e preceduta da altre due avversarie.

Nella Gold Race, la finale di consolazione, Silvia Colombo è arrivata 5ª; tra i maschi 22º posto per Andrea Puzzoni. I due atleti del Windsurfing Club Cagliari erano partiti per Tallin con ambizioni maggiori ma si sono ritrovati ad inseguire per tutto il campionato. “È stata una regata faticosa ed impegnativa”, ha commentato Silvia alla fine, “ma ho potuto confrontarmi con atleti di alto livello e mi porto a casa la voglia di migliorare e di allenarmi per raggiungere un livello più alto. Ed è stata comunque un'esperienza con la quale ho conosciuto ragazzi di diverse nazionalità e mi sono fatta nuovi amici”.

Classifica femminile - finale

pos. num nome p 1 p 2 p 3 p 4 p5 p 6 p 7 p 8 p 9 p 10 p 11 p 12 p13 p.
1ITA 82Veronica Fanciulli21(4)221211(3)13622
2ISR 7Neomi Cohen(22) ocs3611212254(8)229
3GBR 956Saskia Sills (U17)4237(9)(16)4841221249
4POL 118Basia Dmuchowska3(5)244533383(12)1856
5BLR 737Anastasiya Valkevich5415(10)10104(14)1371464
6GBR 703Noelle Finch6(7)56668(16)96551678
7GBR 969Jade Rogers7878(11)85(12)61086881
8POL 394Natalia Kacprzyk168(15)7775(15)1210112094
9ISR 72Bar Liani(22) ocs912934(17)101329141095
10GBR 561Imogen Sills (U17)81010(13)1313(15)684641496

pos. num nome p 1 p 2 p 3 p 4 p5 p 6 p 7 p 8 p 9 p 10 p 11 p 12 p13 p.
11ISR 13Adi Yaffe Cohen1615(19)3536141111(18)186108
12POL 43Klaudia Mankucka1013(15)10141511716(17)1172116
13ESP 5Blanca Alabau (U17)12149(18)8119157(16)15153118
14TUR 191Dilara Uralp11(17)111715913115(15)14134123
15POL 303Karolina Lipinska912(14)1212(21)14920713161125
16POL 22Monika Myszkowska15111311(18)1412(19)1791297130
17ITA 93Silvia Colombo13161619(20)1218(22) pen182117105165
18TUR 30Simla Cilingiroglu19(22) dnf181616(20)2017101819208181
19USA 294Margot Samson1720(21)201718(21)18121416219182
20POL 560Aleksandra Szydzik181920(21)191716131919(20)1911190
21EST 212Betti Vainkua14181714(21)1919(21)2120211710190

Classifica maschile - finale

pos. num nome p 1 p 2 p 3 p 4 p5 p 6 p 7 p 8 p 9 p 10 p 11 p 12 p13 p.
1POL 182Pawel Tarnowski1112(3)(10)112311216
2GBR 926Kieran Martin23(6)1124311(6)32041
3ITA 88Mattia Camboni (U17)32(7)4252462(16)12446
4ISR 22Amir Galili7(8)256358387(13)1064
5GBR 49Joe Bennett(15)49810(8)6674421878
6ISR 34Imry Katz4(7)53718591215(21)1483
7ITA 60Daniele Benedetti5153(20)863711(22)1071691
8POL 26Dawid Furmanski1151213(21)910(12)51029894
9RUS 23Boris Minaev121013(19)4(23)1324115101296
10UKR 13Oleksandr Tugaryev6611(14)134727(30)153166114

pos. num nome p 1 p 2 p 3 p 4 p5 p 6 p 7 p 8 p 9 p 10 p 11 p 12 p13 p.
11SWE 109Adam Holm91489(20)241517157(28)43125
12RUS 54Artem Murashev141617(28)1111(14)138131286129
13NED 216Matthijs van't Hoff18131410(27)199151319(26)68144
14GBR 597Stuart Hards1612412(18)142114(24)18131111146
15POL 191Robert Pellowski81915(21)151616(25)19911231152
16ISR 602Chen Ben Hayoun(26)252115572311121619(35)10164
17BLR 4Nikita Tsirkun (U17)(23)1721 pen693711101014(38)292166
18POL 113Fabian Bednarczyk2223(24)1112171722142417(27)16195
19NED 1111Joris van Essen(33)92318241820(33)2325141814206
20GBR 983Matthew Barton1722(38) pen221928279215(34)2613209
21ITA 16Manolo Pochiero132010(23)1612(41) dsq41 ocs273020177213
22ESP 20Borja Carracedo-Serra(25)18202422(32)2220203181417216
23NED 465Huig-Jan Tak(35)341872621281818(35)21524220
24ESP 4Tomas Vieito20111926(29)22(32)162520311912221
25BLR 41Atrem Javadav (U17)102725(33)14(40)252334625324225
26HUN 199Andras Nikl19(30)2717172012242217(37)3320228
27GBR 748Max Bushell (U17)34(35)22293213191917(34)182521249
28GBR 62Adam Purcell(31)262916232924(41) ocs3327232015265
29UKR 10Yevgenii Galytskyi29213225(41) bfd303731(40)3691527292
30TUR 1295Jonas Sendil272428(34)3133332116332928(41) ocs303
31GBR 602Nat Warren (U17)32313135(41) bfd26(34)30312932225304
32ITA 55Luca Matracia28(41) dnf41 dnf27252526(41) ocs3226303018308
33TUR 595Sinan Senevrensel212934(39)36363629(39)23272419314
34ESP 6Alvaro Rivera243230(36)282731282832(35)3429323
35ESP 21Vicente Castello3036dnfdnfdnf153826362136dnf9329
36POL 477Konrad Krause(36)28263234(38)29363728223128331
37NED 401Sjors Hardholt3733(38)35 pen3535183426(37)333625347
38ITA 43Andrea Puzzoni39(41) dnf3631303435373538(40)3722374
39POL 122Jakub Trzcinski (U17)38(41) dnf3541 pen41 bfd31303538(40)243923375
40POL9Jan Klimaszyk40(41) dnf373833(39)39322939393826390

[ 5ª giornata ] Fanciulli e Camboni a un passo dalle medaglie

Il vento arriva solo alla fine, per le ultime prove di flotta, ed è tardi per cambiare la storia degli Europei RS:X Youth a Tallinn. Resta da disputare solo la prova finale fra i 10 migliori, con punteggio doppio, e le medaglie d'oro sono praticamente al collo di Veronica Fanciulli e Pawel Tarnowski. Già al sicuro anche il primo posto di Mattia Camboni nella classifica Under 17.

L'atleta della LNI di Civitavecchia - nonostante abbia chiuso con i due peggiori piazzamenti della settimana, 16º e 12º - dovrebbe tenere anche il bronzo nella classifica assoluta, grazie ai 12 punti di vantaggio sull'israeliano Amir Galili e ai 18 su un Joe Bennet (GBR) in grande rimonta. Assieme a Camboni nella regata per le medaglie ci sarà il suo compagno di circolo Daniele Benedetti.

Le prime planate in quattro giorni hanno fatto registrare qualche sorpresa: la polacca Basia Dmuchowska, ad esempio, si è divertita poco: con un 8º e un 12º è riuscita a lasciare il terzo posto a una scatenata Saskia Sills (1 + 2 + 2) e ora il bronzo è tutto da giocare.

Si è divertita di più Silvia Colombo, che proprio all'ultima prova ha portato a casa un 10° posto che non può migliorare la sua classifica generale ma fa morale, in vista della finale di consolazione fra gli esclusi dalla lotta per le medaglie.

Scenderà in acqua nella finale B maschile anche Andrea Puzzoni, che proverà a riscattare almeno in parte un campionato in cui sperava di fare decisamente meglio.

[ 4ª giornata ] La brezza di Tallin non scuote le classifiche

La brezza di Tallinn, in Estonia, spinge Veronica Fanciulli e Mattia Camboni verso le medaglie del Campionato europeo Youth per la Classe RS:X, ma lascia un po' indietro i due cagliaritani Silvia Colombo e Andrea Puzzoni, dopo le prime quattro giornate e nove prove faticosamente portate a termine dalla flotta dei 61 atleti iscritti. Giovedì sembrava che dovesse arrivare una buriana da 20 nodi, e invece le previsioni sono state smentite: non più di 5-6 nodi per l'ottava e la nona prova.

Quando mancano solo le ultime due regate di flotta prima della sfida fra i migliori in programma sabato, Fanciulli ha decisamente prenotato l'oro: con i due primi posti di giovedì l'atleta della LNI di Civitavecchia ha portato a 6 punti il vantaggio sull'israeliana Neomi Cohen; la terza, la polacca Basia Dmuchowska, è troppo lontana per sognare l'argento e troppo avanti (14 punti) per rischiare di farsi spingere giù dal podio dalla britannica Saskia Sills, a meno di improbabili disastri.

Silvia Colombo ha scartato il punteggio dell'ottava prova, appesantito da 5 punti di penalità, è arrivata 18ª nella seconda prova di giornata e ora nella classifica generale occupa il 17º posto.

Giochi pressoché chiusi anche tra i maschi. Il polacco Pawel Tarnowski, vincitore del Mondiale a Cagliari lo scorso ottobre, guida la classifica con 6 punti di vantaggio sul britannico Kieran Martin e 16 su Mattia Camboni (LNI Civitavecchia), che deve stare attento ai due israeliani ancora a caccia del bronzo.

Mattia finora è stato molto regolare (ha scartato un 7º come peggiore risultato) e può amministrare il vantaggio, magari con l'aiuto del compagno di club Daniele Benedetti, 6º. Queste le posizioni degli altri italiani dopo la 4ª giornata: 20º Manolo Pochiero, 32º Luca Matracia e 38º Andrea Puzzoni (che ha chiuso la quarta giornata con un 37 + 35).

[ 3ª giornata ] Altre due prove per gli specialisti dei venti leggeri

Solo 5 miseri nodi di vento a Tallinn per la terza giornata del Campionato europeo RS:X Youth e in classifica cambia poco. Veronica Fanciulli è sempre prima fra le ragazze ma ormai è chiaro che dovrà giocarsi la medaglia d'oro con Neomi Cohen (ISR 7): oggi una vittoria e un secondo posto a testa e quindi il distacco non è cambiato. Silvia Colombo ha piazzato suo il miglior risultato del campionato (12ª) nella prova del mattino ma non è riuscita a ripetersi nella sedonda (chiusa al 18º posto).

Nella classifica maschile Tarnowski è sempre primo, nonostante abbia pagato con un 10º posto il ritardo con cui si è presentato alla partenza per la sesta prova. Kieran Martin insegue staccato di 4 punti, Mattia Camboni ( 5 + 2) è a 9 lunghezze. Bene anche Daniele Benedetti (6 + 3), mentre continua a faticare con questa brezza il cagliaritano Andrea Puzzoni (oggi 34 + 35).

[ 2ª giornata ] Gli scherzi del vento frenano l'Europeo

Due prove disputate, ma che fatica per i ragazzi e le ragazze della Classe RS:X in questo Europeo Youth a Tallinn. Partenza ritardata al mattino, in attesa di una brezza che ha resistito giusto il tempo di concludere la prova numero 4, e poi una lunga attesa per quei 7 nodi di vento che hanno permesso di disputare la seconda prova di giornata. Il problema più grosso è stato mantenere la concentrazione.

Fra le ragazze, due vittorie per l'israeliana Neomi Cohen, sempre davanti a Veronica Fanciulli, che si conferma in vetta alla classifica generale. Per Silvia Colombo un piccolo passo indietro: 19ª e 20ª per un 17º posto in classifica generale; decisamente non era la sua giornata.

Tra i maschi, il campione del mondo Pawel Tarnowski ha scoperto di non essere imbattibile: oggi per due volte è finito alle spalle del britannico Kieran Martin (primo + primo) e ora il vantaggio del leader polacco è sceso a soli due punti. Al terzo posto conferma per il sorprendente sedicenne Mattia Camboni, che nella prova del pomeriggio è stato capace di battere anche Tarnowski.

Meno brillante il resto della squadra italiana, dopo le positive indicazioni della prima giornata: Daniele Benedetti (20 + 8) è comunque risalito al 5º posto; Manolo Ponchiero (23 + 16) è 16º, Luca Matracia (27 + 25) 33º. È andata un po' meglio rispetto al difficile esordio invece per il nostro Andrea Puzzoni (31 + 30), 40º in classifica generale.

[ 1ª giornata ] Fanciulli e Camboni partono alla grande

C'è molta Italia nel Campionato europeo Youth della Classe RS:X, partito a Tallinn (Estonia) nel segno di un vento bizzoso e poco affidabile. Dopo le prime tre prove, Veronica Fanciulli è al comando nella classifica femminile (1 + 2 + 4), con due punti di vantaggio su Saskia Skills (GBR) e tre sulla alla bielorussa Anastasia Valkevich. Alcune delle favorite sono molto indietro, come l'israeliana Neomi Cohen (OCS nella prima prova), ma con gli scarti ritorneranno in corsa.

Silvia Colombo è partita con un buon 13º posto nella prima prova, poi è scivolata indietro (16 + 16) e chiude la giornata in 16ª posizione.

Fra i maschi bene la squadra, con i due atleti della LNI Civitavecchia - Mattia Camboni e Daniele Benedetti - rispettivamente terzo e sesto. Mattia è a un solo punto dall'inglese Martin, mentre è già nettamente primo il polacco Pawel Tarnowski, medaglia d'oro ai Mondiali 2011 a Cagliari -, che si è aggiudicato tutte e tre le prove disputate. I piazzamEnti degli altri: Manolo Pochiero è in 14ª posizione, Luca Matracia in 37ª e Andrea Puzzoni in 39ª.